Depuratori Acqua Domestici

In questa pagina troverai tutte le informazioni che ti servono per scegliere il giusto impianto per la tua casa.

 

I depuratori d’acqua domestici filtrano l’acqua del rubinetto di casa per ottenere acqua di altissima qualità sia per bere che per cucinare.

depuratori acqua domesticiUn depuratore d’acqua domestico aumenta la qualità della vita perchè ti consente di:

  • Risparmiare sull’acquisto di acqua in bottiglia al supermercato
  • Evitare mal di schiena e fatica per portare pesi
  • Rispettare l’ambiente non riempiendo il pianeta di plastica da smaltire
  • Eliminare sostanze nocive come cloro, batteri, metalli pesanti, pesticidi.

Su richiesta può anche rendere l’acqua fresca e frizzante utilizzando degli appositi comandi. I depuratori erogatori di acqua si dividono in due macro categorie in base alla tecnica di filtraggio, a microfiltrazione oppure ad osmosi inversa. Inoltre si possono installare o sopra il piano della cucina, oppure sotto il lavello della cucina.

 

Come funziona la microfiltrazione?

 

La microfiltrazione è un processo di filtrazione dell’acqua del rubinetto che utilizza filtri a carboni attivi. E’ principalmente usata per un’acqua già molto vicina ai valori ottimali, tipo quella che esce dai rubinetti delle località di montagna. Non altera le caratteristiche chimico fisiche dell’acqua, come la concentrazione di sali minerali.

Rimuove:

  • il cloro, quindi il cattivo sapore e odore dell’acqua del rubinetto.
  • i sedimenti di grandi dimensioni, per esempio granelli di sabbia e ruggine che possono essere rilasciati dalle condutture
  • i batteri, se dotata di una lampada a UV (ultravioletti)

    osmosi inversa microfiltrazione acqua domestica

 

Come funziona l’osmosi inversa

 

L’osmosi inversa è una tecnica più efficace perchè costringe a far passare l’acqua attraverso dei pori minuscoli del diametro di 0,001 micron (per rendere l’idea un capello umano è 10 micron), rendendola oligominerale (cioè leggera a basso contenuto di sali minerali)

E’ completamente naturale, non c’è aggiunta di prodotti chimici, infatti usa solo la pressione.

E’ talmente potente che riesce a trattenere anche sostanze nocive invisibili a occhio nudo.

Da quanto sono piccoli i pori, riesce anche a trattenere parte dei sali minerali. Per questo motivo, è particolarmente adatta per le acque dure che troviamo nei rubinetti delle grandi città italiane.

Riesce a trattenere:

  • Metalli pesanti (arsenico, bario, alluminio, cadmio, mercurio, amianto, etc…)
  • Fitofarmaci e Pesticidi che possono essere presenti con le infiltrazioni nelle tubature
  • Cloro
  • Sedimenti di grandi e piccole dimensioni (granelli di sabbia, ruggine, etc..)
  • Virus e batteri
  • Parte dei sali minerali (calcio, magnesio, sodio, etc…)

 

Come faccio a scegliere tra osmosi inversa e microfiltrazione?

 

Dovresti fare delle analisi per conoscere che tipo di acqua esce dal tuo rubinetto e in base al risultato fare la tua scelta.

Considera che, anche se l’acqua è potabile, contiene entro un certo limite le sostanze nocive come metalli pesanti, nitrati, pesticidi, fluoro. Per legge ci sono delle soglie che non devono essere superate.

Se desideri rimuovere questi inquinanti perchè vuoi stare sicuro contro eventuali accumuli di tossine, allora ti conviene l’osmosi inversa. E’ consigliata l’osmosi inversa anche nei casi in cui l’acqua sia molto dura, addirittura difficile da deglutire.

Se vuoi rimuovere solo il cattivo odore e sapore senza alterare le caratteristiche dell’acqua puoi optare sulla microfiltrazione.

 

Depuratori d’acqua sopralavello e sottolavello: qual è la differenza?

 

Principalmente differiscono per il luogo e la modalità di installazione, e l’uso che se ne vuole fare dell’acqua.

erogatore acqua sopralavello

Erogatore acqua sopralavello

I depuratori d’acqua sopralavello si installano sopra il banco e erogano acqua di alta qualità da bere.

Possono essere adattati ad ogni tipologia di cucina, con un occhio particolare al design. Questi dispositivi sono infatti a vista, quindi essendo un complemento d’arredo deve “sposarsi” perfettamente con l’ambiente circostante.

Filtrano l’acqua e la erogano a temperatura ambiente, fredda e gassata. Si appoggia il bicchiere o la brocca sotto il beccuccio e si spinge il bottone dell’acqua per l’erogazione. Hanno display per la regolazione del livello di anidride carbonica e la temperatura di refrigerazione.

I depuratori d’acqua sottolavello, che solitamente sono ad osmosi inversa, sono un’ottima soluzione salvaspazio. Per installare questi dispositivi è necessario praticare un foro nel lavandino per poi installare il rubinetto, da cui passerà l’acqua filtrata.

depuratore acqua sottolavello

Depuratore acqua sottolavello

Di solito il rubinettino del depuratore si mette vicino al rubinetto grande. L’acqua del depuratore può essere usata facilmente anche per lavare frutta e verdura in modo pratico.

Le dimensioni ridotte del depuratore sottolavello lo rendono uno strumento molto indicato per le cucine di piccole/medie dimensioni, che si installa facilmente e richiede un utilizzo molto intuitivo.

Anche qui, scegliendo il livello di gasatura preferito sarà possibile bere acqua a temperatura ambiente, fresca e frizzante in base alle proprie preferenze.

 

Le modalità di erogazione di acqua frizzante e fredda

 

I depuratori d’acqua domestici, oltre ad assicurare acqua sana e deprivata di tutti i suoi elementi inquinanti, sono in grado anche di produrre acqua frizzante e fredda.

Per assicurarsi acqua gassata e fredda direttamente dall’impianto idrico della propria abitazione, oltre al depuratore, è necessario installare degli accessori, che permettono di regolare in qualsiasi momento sia la temperatura che il livello di gasatura.

Alcuni depuratori, contengono già queste caratteristiche e si chiamano “frigogasatori d’acqua“.

bombola co2 ricaricabile

Bombola co2 ricaricabile

Per l’acqua frizzante bisogna installare una bombola di CO2 che in genere viene collocata sotto il lavello, ed un impianto di osmosi inversa.

I gasatori sfruttano la pressione della CO2 per gasare l’acqua. L’energia della pressione infatti spinge l’anidride carbonica in soluzione all’interno dell’acqua.

La durata delle bombole di CO2 dipende ovviamente dalla loro grandezza e dalla tipologia d’uso che se ne fa.

Le bombole di CO2 quindi possono durare da un mese, in caso di utilizzo molto prolungato, fino a diversi mesi in caso di utilizzo più parsimonioso.

Esiste però un metodo per aumentare la durata delle bombole di CO2 degli erogatori di acqua: gasare l’acqua fredda.

Durante la gassatura a temperatura ambiente si verifica un notevole spreco, in quanto il 40-50% del gas si disperde nell’ambiente. E’ sufficiente gasare l’acqua fredda per evitare questo spreco di gas.

 

Perché è importante la manutenzione dei depuratori d’acqua domestici

 

E’ importante eseguire la corretta manutenzione degli impianti per due principali motivi:

  • Per evitare l’accumulo di batteri che si possono annidare nei filtri a causa dell’incuria
  • Per garantire il corretto funzionamento del dispositivo e aumentarne l’efficienza e la durata.

E’ di fondamentale importanza eseguire la manutenzione ordinaria almeno una volta all’anno. Se la frequenza di utilizzo dovesse risultare alta, è consigliata la sostituzione dei filtri anche ogni 6 mesi.

Le operazioni di pulizia dei depuratori sono al tempo stesso facili, ma anche difficili. Nel senso che bisogna imparare a farle bene e a conoscere tutti i componenti del depuratore. Se ti senti particolarmente pratico puoi farlo da solo.

manutenzione depuratore acqua

In alternativa è consigliabile contattare una ditta seria, esperta ed affidabile che faccia un lavoro per bene al fine di garantire acqua sana, naturale e che sia libera di tutti i batteri presenti nell’apparecchio.

 

In cosa consiste la manutenzione?

 

  • SOSTITUIRE I FILTRI A CARBONI ATTIVI. Una delle prime operazioni da fare è la sostituzione dei filtri, che in alcuni casi devono essere cambiati dopo 6-12 mesi oppure al completamento della capacità di litri erogabili. É consigliabile non arrivare mai al massimo dell’autonomia supportata, per evitare guasti o malfunzionamenti.
  • SANIFICARE L’IMPIANTO. Una volta sostituiti i filtri è necessario mettere in circolazione amuchina nei componenti del depuratore per eliminare eventuali batteri. Dopo ciò far scorrere 20 – 30 litri d’acqua.
  • CAMBIARE LE MEMBRANE. Ogni 3 – 4 anni e solo nel depuratore a osmosi inversa. Quando il depuratore diminuisce la portata dell’acqua con il passare degli anni, molto probabilmente sono da cambiare le membrane.
  • SOSTITUIRE LA LAMPADA UV. Nel caso dei depuratori a microfiltrazione è necessario sostituire almeno una volta all’anno la lampada UV. E’ di fondamentale importanza eseguire la manutenzione ordinaria almeno una volta all’anno. Generalmente ha una portata di 12 watt, capace di assicurare un’autonomia di 7.500 ore pari a 365 giorni, dopodiché la sua incandescenza tende a diminuire.

Negli erogatori di acqua moderni le testate non vanno più sostituite, in quanto sono garantite per 5 anni per la resistenza e la longevità dei materiali che possono stare a contatto con l’acqua senza nessun problema.

Una manutenzione periodica dei vari componenti assicura il corretto funzionamento del dispositivo ed una maggiore durata.

 

Quanto costano gli erogatori di acqua domestici?

 

A questo punto resta un’ultima domanda da porsi: qual è il prezzo degli erogatori di acqua domestici?

Non si può dare una risposta univoca, poiché il costo dipende da tanti fattori come la marca, la potenza del depuratore, il tipo di acqua scelta, il modello dell’erogatore e la tipologia di contratto.

depuratori acqua domestici prezziAlcuni contratti infatti prevedono l’inserimento di una manutenzione a cadenza annuale, con un costo naturalmente maggiorato.

Trattandosi di dispositivi molto importanti per la salute della propria famiglia è opportuno non badare troppo al risparmio, anche perché la spesa iniziale verrà comunque ammortizzata nel tempo.

Per assicurarsi un prodotto di qualità è opportuno scegliere un modello che oscilli tra i 1.000 ed i 2.500 euro. In realtà esistono anche erogatori di acqua domestici che costano poco più di 200 euro, ma è meglio diffidare di prezzi così stracciati poiché non sempre il risparmio equivale a salute (prodotti cinesi non certificati dal ministero della sanità o con certificazione falsa)

Il prezzo standard di questo dispositivo parte comunque dai 1.000 euro, ed è opportuno fare un rapporto qualità/prezzo per stabilire il modello più indicato in base alle proprie esigenze.

 

 

Ricevi fino a 5 offerte gratuite per un depuratore d’acqua per la tua casa!

Ti permettiamo di ricevere fino a 5 offerte per scegliere la migliore offerta