Membrana osmotica: cos’è e come funziona

In un depuratore di acqua a osmosi inversa, il componente più importante può essere individuato senza dubbio nella membrana osmotica.

membrana osmoticaSi tratta di una membrana che è formata da pellicole avvolte su sé stesse e realizzate con due materiali stratificati (poliammide e acetato di cellulosa) o, in alcuni casi, anche di più: la peculiarità di tale membrana è che i suoi pori sono di 0.00001 micron.

Il funzionamento della membrana osmotica fa sì che l’acqua del rubinetto venga separata: da un lato l’acqua che viene scartata, in cui sono presenti le sostanze in eccesso che dovevano essere eliminate come i pesticidi e i metalli pesanti, e dall’altro lato l’acqua che si può bere, a basso contenuto di sali minerali, pura, leggera e oligominerale.

L’azione della membrana è combinata con quella di una pompa: è per effetto del loro funzionamento integrato che l’acqua viene purificata, mentre un tubicino di scarico provvede all’espulsione di tutti gli inquinanti che erano presenti nell’acqua stessa prima della depurazione.

Se ci si rende conto che l’erogazione di acqua da parte di un depuratore avviene con lentezza, ciò si spiega con il fatto che l’acqua riesce a superare i pori della membrana a fatica, evidentemente perché legata a molti elementi di scarto: non solo pesticidi e metalli pesanti, ma anche – per esempio – alghe, sedimenti, nitrati, e così via.

pori sono così piccoli proprio perché devono impedire il passaggio degli inquinanti, le cui dimensioni sono ben superiori. Per capire quante siano le sostanze di scarto che vengono filtrate da una membrana osmotica, è sufficiente sapere che ciascun litro di acqua pura per poter essere prodotto presuppone due litri di acqua scartata.

Nel caso in cui si acquisti un depuratore e non si sia in grado di orientarsi con le unità di misura, comunque, non c’è niente di cui preoccuparsi: la portata delle membrane, infatti, non viene misurata in litri, ma in GDP, cioè in galloni al giorno.

Sul mercato si possono trovare membrane da 50 GDP, membrane da 75, membrane da 100, membrane da 150 e membrane da 300: un gallone è pari a 3.785 litri.

membrana osmotica come funziona prezziPer poter funzionare in modo ottimale, la membrana osmotica agisce in cooperazione con i filtri a carboni attivi.

Questi ultimi hanno il compito di trattenere i sedimenti di grandi dimensioni e, soprattutto, di eliminare il cloro: una funzione da non sottovalutare, visto che entrando in contatto con il cloro le membrane osmotiche tendono a deperire con una certa rapidità.

Insomma, la vita di una membrana viene allungata grazie ai filtri a carboni attivi, e così può durare fino a 3 o 4 anni.

Non è possibile stabilire un termine più preciso, dal momento che sono molteplici le variabili in gioco: per esempio, la regolarità con la quale si provvede alla manutenzione, ma anche la frequenza di impiego e, ovviamente, il grado di durezza dell’acqua che deve essere depurata.

A proposito della manutenzione, è molto probabile che i pori si ostruiscano con il passare del tempo: quando ciò accade, non è difficile capirlo, dato che il depuratore inizia a erogare l’acqua con una certa difficoltà.

Sono due le soluzioni che possono essere adottate in una circostanza del genere: si può decidere se effettuare una pulizia accurata o se sostituire le membrane.

In entrambi i casi, è necessario contattare un tecnico specializzato, che provvede alla pulizia chimica delle membrane, le quali vengono immerse all’interno di perossido di idrogeno o acido cloridrico.

Nei depuratori più recenti è presente anche una centralina dotata di un pulsante che permette di attivare il lavaggio manuale delle membrane: così viene garantito il distacco della patina superficiale e i vari depositi possono essere rimossi.

Un consiglio da tenere sempre a mente è quello di evitare di lasciare il depuratore privo di acqua e inattivo per un periodo superiore a una settimana: così facendo, infatti, si correrebbe il rischio di accorciare la vita delle membrane.

Anche nel caso in cui il depuratore non venga utilizzato, è bene far sì che al suo interno continui a esserci dell’acqua: in caso contrario, all’interno dei pori della membrana si potrebbe seccare il calcare, rendendo impossibile il passaggio dell’acqua.

Se si è intenzionati a comprare un depuratore con membrana osmotica, può essere utile sapere quali sono i marchi più importanti del settore: i brand americani AMI e Filmtec sono una garanzia da questo punto di vista.

I costi? Tutto dipende dalla portata, e quindi dalla capacità di produzione: ovviamente i prezzi salgono con l’aumentare della portata.

Per una membrana da 100 GDP, per esempio, si spendono circa 30 euro (circa 15 per una da 50).