Depuratore acqua in comodato d’uso

Se hai in mente di installare un depuratore di acqua nella tua abitazione, puoi prendere in considerazione l’opportunità di ricorrere al comodato d’uso, una soluzione che ti garantisce il massimo della praticità e una convenienza economica di non poco conto.

depuratori acqua comodato d’usoCon questo tipo di formula, non devi pagare il depuratore, che ti viene fornito in maniera gratuita, ma paghi unicamente la manutenzione necessaria per il dispositivo, sulla base di quanto previsto dal contratto che sottoscrivi con la ditta che lo mette a tua disposizione.

In molti casi hai l’opportunità di approfittare di offerte decisamente vantaggiose: facendo due calcoli, spendi al massimo 60 o 70 centesimi al giorno, praticamente meno di un caffè, per avere la sicurezza di bere acqua sana e pulita, senza fatica e senza costi aggiuntivi.

Se confronti questo dato con quello che spenderesti per comprare le solite bottiglie al supermercato (con in più l’impegno di doverle trasportare ogni volta), ti rendi conto che un depuratore di acqua in comodato d’uso si può rivelare una scelta davvero interessante. Praticamente, è come avere a disposizione acqua sempre gratis.

Il ricorso a un depuratore ti dà tutta la sicurezza di cui hai bisogno e la consapevolezza di bere e di usare acqua depurata, priva di qualsiasi sostanza inquinante o nociva da cui potrebbe essere contaminata passando nelle tubature o provenendo dalla falda.

Prima che sgorghi dal rubinetto della tua cucina, l’acqua passa attraverso i filtri a carboni attivi e/o una membrana a osmosi inversa che trattengono tutti i metalli pesanti, tutti i metalloidi e tutti i batteri che potrebbero renderla poco salubre.

Ecco, quindi, che la formula del comodato d’uso ti permette di avere a disposizione unicamente acqua filtrata. A seconda del depuratore che scegli, l’acqua sarà microfiltrata, e cioè naturale e disponibile a temperatura ambiente, oppure con mineralizzazione controllata e osmosi inversa, e cioè oligominerale.

Ma come è strutturato il comodato d’uso? Nulla di difficile: in pratica, con questa formula paghi solo un canone giornaliero di pochi centesimi di euro grazie a cui puoi utilizzare come e quando vuoi il depuratore senza che tu sia costretto ad acquistarlo.

Per l’intera durata hai a disposizione ricambi gratuiti, e ovviamente non sei tenuto a pagare nulla per il cambio dei filtri e per la manutenzione, che deve essere effettuata una volta ogni sei mesi.

Se decidessi di acquistare il depuratore, invece, non solo dovresti calcolare la spesa iniziale (i modelli più all’avanguardia dal punto di vista tecnologico possono arrivare a costare fino a 2.500 euro), ma in più avresti a che fare con i costi di tutte le manutenzioni (non meno di 100 euro alla volta), che non possono essere rimandate (a meno che tu non abbia intenzione di rovinare l’apparecchio).

vantaggi garantiti da un depuratore ottenuto in comodato d’uso, in ogni caso, non si esauriscono qui, perché hai anche l’opportunità di richiedere e ottenere assistenza straordinaria nell’eventualità in cui si dovesse verificare un guasto al dispositivo.

Anche in presenza di malfunzionamenti, dunque, non corri il pericolo di spendere chissà quanto per usufruire dell’intervento di un tecnico specializzato.

Naturalmente, il canone resta sempre lo stesso per tutto il periodo di durata del comodato, e se a un certo punto decidi di non voler più usare il depuratore puoi farlo senza dover pagare penali.

Anche se, una volta che avrai provato l’acqua di un depuratore, per te sarà impossibile decidere di rinunciarvi.

Sei interessato a un depuratore d’acqua?

depuratori acqua comodato uso preventivi